I vivai dei saperi tra esposizione botanica e laboratori

Serre di Villa Faraggiana al Museo Meina

Due serre uniche nel territorio del Lago Maggiore costruite tra fine Ottocento e inizio Novecento, restaurate e riaperte nel 2018
 dopo ben 60 anni di abbandono
. Al loro interno è possibile trovare un’esposizione artistica e botanica con fiori e piante esotiche e del territorio.

Le antiche serre... tra profumi e colori

Da una serie di comparazioni di mappe catastali e fotografie d’epoca, si può affermare che le Serre di Villa Faraggiana siano state edificate negli ultimi decenni dell’Ottocento, mentre la torretta fosse pre-esistente.  La conformazione delle strutture è stata giudicata da storici ed esperti di botanica come un “unicum” nell’areale del Lago Maggiore.

Finalmente dopo 60 anni di abbandono, nel 2018 la Fondazione UniversiCà che gestisce il Museo Meina, ha provveduto al restauro e alla sua riapertura.

All’interno delle serre è possibile scoprire un’arca della botanica, dove ammirare fiori ed essenze del territorio curate da esperti. Per scuole e gruppi sono possibili anche laboratori su prenotazione.

Arte in Serra

In collaborazione con Arte ad Arona le serre ospitano una mostra temporanea, ciclicamente rinnovata, con esposizione di opere di artisti locali dedicate alla natura.

Il restauro delle Serre

La riapertura al pubblico delle Antiche Serre di Villa Faraggiana è stato possibile grazie al grande progetto e alle risorse che la Fondazione UniversiCà (che gestisce il Museo Meina) ha messo a disposizione con il prezioso contributo di Compagnia di San Paolo

Dopo 60 anni di abbandono i vivai sono tornati all’antico splendore con un restauro conservativo, realizzato tra il 2017 e il 2018. Un simbolo del territorio che è tornato a essere fruibile dal pubblico.

Questo sito utilizza i cookie per una migliore esperienza di navigazione. Ne accetti l'uso continuando a navigare o cliccando prosegui . Maggiori informazioni

Informazioni relative ai cookies ai sensi degli artt. 122, coma 1 e 154, comma 1, lett. h) del DLgs. n. 196/2003 e del provvedimento dell’Autorità Garante in data 8 maggio 2014. Il sito del Museo Meina utilizza una tecnologia comunemente denominata "cookies" per gestire il sito web e assicurare le funzionalità che ci si aspetta durante la visita. I cookies sono piccoli file che inviamo al tuo computer e che vengono poi riletti e riconosciuti dai nostri server nei successivi collegamenti. I cookies, mostrandoci la modalità di navigazione dei nostri utenti sul sito, ci forniscono informazioni grazie alle quali possiamo rendere l'esperienza di navigazione più agevole ed efficiente. Usiamo diverse tipologie di cookies cosiddetti “tecnici”, che non permettono alcuna profilazione dell’utente: - Rilevare la sessione. Viene memorizzata una stringa alfanumerica per tenere traccia della navigazione corrente. Questa informazione è possibile che rimanga nel browser dell'utente ma se ne perde il riferimento alla chiusura del programma. Il sito non utilizza cookie verso aziende terze utilizzati per effettuare del direct marketing o pubblicità mirate. Se desideri eliminare i cookies residenti sul tuo computer, segui le indicazioni sul browser del tuo computer cliccando su "Aiuto". Ricorda che cancellando i cookie o disabilitandone l'utilizzo potrebbe compromettere o limitare alcune funzioni di navigazione e consultazione del sito. Altre informazioni: http://www.allaboutcookies.org

Chiudi